Strage Tor Pignattara: ritrovato impiccato uno dei killer

Home»Roma»Cronaca»Strage Tor Pignattara: ritrovato impiccato uno dei killer

ROMA, 16 GennaioE’ stato ritrovato impiccato in un casolare in zona Boccea uno dei due marocchini ricercati per la rapina avvenuta il 4 gennaio scorso, nella quale hanno perso la vita Zhou Zeng di 31 anni e la figlioletta Joy di 9 mesi.  Il corpo di Mohamed Nasiri, 30 anni, è stato trovato appeso con una corda legata con un gancio a un’arcata in un capannone agricolo abbandonato al chilometro 14 di via Boccea. Il suicidio oramai è dato per certo: la morte risalirebbe a 3 o 4 giorni fa. Accanto al corpo è stato rinvenuto un cellulare. Intanto continuano le ricerche dell’altro latitante, che potrebbe già trovarsi all’estero.

A trovare il cadavere domenica sono stati dei partecipanti ad una campagna di soft-air, una simulazione di guerra. Essenziale il contributo che potrebbe essere apportato alle indagini dal ritrovamento del cellulare, attraverso i cui tabulati telefonici sarà possibile scoprire i movimenti del cittadino africano in questi giorni di latitanza a Roma. La vicenda di sangue di Tor Pignattara è stata scandita dalle tracce disseminate dai killer: il dna trovato su una delle borse della vittima, le immagini riprese dalle telecamere di una banca, la borsa con 16mila euro e i panni macchiati di sangue.

Costanza Ferruzzi                                                                                   

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.