Monti a Berlino: l’Italia “merita il riconoscimento dell’Europa”

Home»Roma»Politica»Monti a Berlino: l’Italia “merita il riconoscimento dell’Europa”

ROMA, 12 Gennaio – “L’Italia ha fatto cose straordinarie.” Lo ha detto la cancelliera tedesca Angela Merkel durante la conferenza stampa congiunta al termine dell’incontro bilaterale a Berlino con il premier italiano Mario Monti. “Dal governo Monti sono state adottate misure importanti per risanare il bilancio e accelerare le riforme” ha sottolineato la Merkel, esprimendo grande soddisfazione per il lavoro svolto dal nostro esecutivo. La cancelliera tedesca ha anche affermato che l’attuazione delle misure messe in campo dal governo è stata seguita “con grande rispetto” dalla Germania.

Il Presidente del Consiglio Mario Monti, che nell’intervista rilasciata al quotidiano tedesco Die Welt aveva manifestato la sua preoccupazione per il mancato apprezzamento dell’Europa nei confronti dei sacrifici affrontati dall’Italia, può ora ritenersi soddisfatto per l’esito dell’incontro con la collega tedesca, almeno per quanto riguarda l’elogio alle misure adottate dal governo. “Credo che il lavoro del governo italiano in questo modo viene onorato” ha detto la Merkel, dichiarandosi impressionata per la rapidità con cui sono partite le riforme.

“Non abbiamo litigato, ma avevamo tante cose su cui parlare”, la cancelliera tedesca ironizza sul fatto che la conferenza stampa è iniziata in ritardo. Molti, in effetti, i temi trattati nell’incontro bilaterale Monti-Merkel: liberalizzazioni, crescita, Tobin Tax, rafforzamento del fondo salva-Stati europeo. Su quest’ultimo punto, la Merkel ha dichiarato che la Germania è disponibile, se lo faranno anche gli altri Paesi, ad aumentare le risorse a disposizione del fondo salva-Stati ed ha indicato la volontà della Germania di concludere rapidamente i negoziati per la costituzione del fondo salva-Stati permanente Esm. Sul tema crescita, il premier Mario Monti ha affermato che “l’Europa può contare su un’Italia pronta a fare pienamente la sua parte verso la stabilità e lo sviluppo dell’Unione”, ribadendo con forza il concetto che l’Europa “non deve più temere l’Italia come possibile fonte di infezione per la zona euro”. Per tale motivo, sostiene il premier, gli italiani che hanno accettato con grande maturità le misure adottate dal governo, si attendono non ricompense, ma “un riconoscimento da parte dell’Europa”. Il Presidente del Consiglio, rispondendo ai cronisti, ha anche fatto notare come, riguardo al tasto dolente dello spread, “i tassi di interesse sul debito italiano non sono più giustificati visto lo sforzo dell’Italia”, soprattutto dopo che “i mercati stessi con molte dichiarazioni hanno detto di apprezzare quello che l’Italia sta facendo.”

L’incontro bilaterale tra Mario Monti e Angela Merkel costituisce la seconda tappa del tour europeo del nostro capo del Governo, dopo il faccia a faccia con il Presidente francese Sarkozy a Parigi. Per il 20 gennaio è previsto un vertice trilaterale a Roma tra Italia, Francia e Germania, i cui temi caldi saranno ancora una volta il rafforzamento dell’Unione, le misure per il superamento della crisi e la collaborazione tra le tre economie più forti della zona euro.

Francesca Garreffa

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.