Fiuggi: gestione inglese per le Terme

Home»Roma»Cronaca»Fiuggi: gestione inglese per le Terme

ROMA, 11 Gennaio –  Il Made in Italy sta scomparendo? A giudicare dalla situazione attuale sembra davvero che sia  rimasto ben poco di nostra produzione, comprese le terme. Gestite negli ultimi due anni da una società di imprenditori locali, le Terme di Fiuggi in provincia di Frosinone passeranno a breve nelle mani di una finanziaria londinese. Dopo settimane di dubbi sul destino del complesso termale è arrivata la svolta con la firma dell’intesa per rilevare il pacchetto azionario della società Terme di Fiuggi Spa&Golf. Entro il mese di febbraio dovrebbe avvenire il passaggio di consegne, consentendo l’ingresso alla “Vikay Financial Service Ltd”. A breve verrà dato il via alle verifiche necessarie sui bilanci societari, sul deficit della società attuale di gestione e sulla situazione del personale.

“Gli inglesi sono pronti a rilevare le quote societarie e noi siamo disposti a cederle. Abbiamo firmato un’intesa preliminare. In questi due anni abbiamo portato avanti la nostra missione per salvare la città, rispettando i contratti con il Comune. Ora ne usciamo con le ossa rotte sul piano finanziario”. Questo il commento di Alfonso De Santis vicepresidente dell’azienda termale. Fino a due anni fa il complesso termale occupava circa 170 lavoratori, per la maggior parte stagionali, mentre ora ha licenziato 22 dipendenti a tempo indeterminato.

“Se la nuova società mantiene le aspettative garantendo investimenti e rilancio delle terme tutelando i livelli occupazionali siamo anche disposti a valutare la possibilità di allungare il contratto d’affitto oltre il 2022. Servono nuove infrastrutture per garantire più servizi ai turisti e favorire così una rapida ripresa dei flussi turistici”, queste le parole di Marco Fiorini assessore comunale al Bilancio. Il complesso ha visto negli ultimi anni un calo netto delle visite turistiche rispetto agli anni 90, producendo quasi sempre bilanci in rosso. “Vista la difficile situazione che si è creata in città, l’arrivo degli inglesi è vista come un’occasione importante per cambiare rotta, garantendo una diversificare dell’offerta turistica e favorendo una nuova fase di sviluppo della citta”, ha dichiarato Franco Tucciarelli vicepresidente di Federalberghi Lazio. La società inglese rileverà assieme agli stabilimenti termali anche la gestione del campo da golf, uno dei più antichi in Italia.

Sabrina Spagnoli

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.