CGIL, CISL e UIL: nuove proteste a piazza Montecitorio

Home»Roma»Politica»CGIL, CISL e UIL: nuove proteste a piazza Montecitorio

ROMA, 26 Dicembre – Neanche il Natale ferma le proteste di piazza. I sindacati continuano le loro manifestazioni presidiando Montecitorio. CislUil e Cgil scendono in piazza e hanno intenzione di restarci per dimostrare il loro disappunto verso la Manovra del Governo Monti. Una manovra iniqua ma che ha ricevuto l’appoggio dal Senato.

Secondo il segretario generale della Cisl Raffaele Bonanni, ”iniqua e recessiva” e soprattutto “ un grande errore effettuato senza la concertazione né la discussione con il sindacato”. In piazza sono stati anche il 24 Dicembre. Se il Natale è stato vissuto dal governo come un piccolo break dalle questioni “bollenti” del Paese, non è stato così per i sindacati. – “Il 24 saremo in piazza – aveva detto la leader della Cgil – non per rovinare il Natale a qualcuno ma perché  sappiamo che per i lavoratori colpiti dalla manovra non sarà una festa serena”.

In Piazza Montecitorio è stato allestito anche l’Albero del Lavoro, un simbolo per tenere presente la principale preoccupazione dell’Italia in questo momento e per  chiedere nuove strategie che ridiano vigore e sostengano lavoratori ormai sfiduciati. Quello che i sindacati attendono sotto l’albero è soprattutto  un nuovo Patto Sociale che non colga alla sprovvista le parti sociali. ”Non si e’ tenuto conto – ha spiegato Camusso, segretario del Cgil – dei lavoratori precoci, si sono stabiliti salti di 6 anni, rinvii di 10 anni. Si poteva costruire un meccanismo sulla volontarietà, invece si e’ voluto un sistema rigido, senza tener conto di lavori e fatiche diverse”.

Nel chiedere una modifica della Manovra Monti, stanno chiedendo a gran voce anche un progetto che si basi sulla “crescita”, che dovrebbe essere il primo scopo del Paese.

Romina Delmonte

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.