Angelo Stazzi: uccise una collega, condannato a 24 anni

Home»Roma»Cronaca»Angelo Stazzi: uccise una collega, condannato a 24 anni

ROMA, 23 Dicembre – Condannato a trascorrere i prossimi 24 anni di vita in carcere. E’ questa la sentenza della terza Corte d’Assise, nei confronti di Angelo Stazzi, arrestato il 28 novembre scorso, per l’omicidio dell’infermiera Maria Teresa Dell’Unto, avvenuto il 29 marzo 2001.

Il 66enne è noto come l’Angelo della morte”, in quanto accusato anche dell’omicidio di sette anziani tra i 70 e 90 anni, tutti ricoverati nella casa di riposo Villa Alex di Sant’Angelo Romano, dove lavorava come infermiere. Il pubblico ministero Gabriella Fazzi, al termine della requisitoria, aveva chiesto 30 anni di reclusione ed è stata parzialmente accolta dalla Corte d’Assise presieduta da Evelina Canale.

L’inchiesta sulla morte della donna fu archiviata nel 2006 ma venne riaperta poi due anni più tardi in base a nuovi elementi. Fu allora che Stazzi confessò quanto era accaduto, indicando dove era stato sepolto il corpo ma dichiarando la morte della donna come “accidentale”, a seguito di una caduta su uno spigolo, tesi ritenuta sempre poco attendibile dagli inquirenti. Inoltre è stato previsto dai giudici anche un indennizzo alla famiglia dove Stazzi dovrà risarcire il marito e i tre figli con una provvisionale complessiva di 80 mila euro.

Emanuele Verdone

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.