Simone e Cesare, storia di un'amicizia finita in tragedia. Fiumicino ancora incredula

Home»Roma»Cronaca»Simone e Cesare, storia di un’amicizia finita in tragedia. Fiumicino ancora incredula

ROMA 13 DICEMBRE (Tg24) – È morto per colpa di una sigaretta, Simone Costa, 16 anni. A colpirlo con un pugno alla tempia è stato il migliore amico Cesare, anche lui sedicenne. Lo scenario della tragedia è stato il cinema “Cine Cité”  situato nel centro commerciale Parco Leonardo di Fiumicino dove i due ragazzi erano andati insieme.

Un’amicizia quella tra i due che li legava da piccoli, poi la discussione per una sigaretta  negata, e quello che era iniziato come uno stupido litigio finisce in tragedia. Dopo il pugno , Simone si accascia a terra e muore. Inutile la disperazione e le urla dell’amico “Non volevo fargli male”, egli è stato portato subito nell’Istituto penitenziario di Casal del Marmo per omicidio preterintenzionale.

Se ad essere distrutti sono i genitori della vittima, corsi subito al poliambulatorio di Fiumicino, sgomenti si dicono anche i genitori del giovane arrestato. Giovedì, nella scuola della vittima sarà ospite Gianfranco Fini per una conferenza sulla legalità. Appuntamento già concordato da tempo ma che alla luce dei fatti avvenuti diviene ancora più importante e funzionale per i ragazzi dell’Istituto  Paolo Baffi. La città di Fiumicino, incredula, ora è in fila per salutare la giovane vittima.

Romina Delmonte

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.