Manovra, il cardinal Bagnasco apre al pagamento dell’Ici

Home»Italia»Manovra, il cardinal Bagnasco apre al pagamento dell’Ici

ROMA, 10 DICEMBRE – La Chiesa sarebbe disponibile a rivedere gli accordi che esentano dal pagamento dell’Ici i luoghi appartenenti ad autorità religiose. Lo ha dichiarato il cardinal Angelo Bagnasco, Presidente della Cei, la Conferenza episcopale italiana: “Se ci sono punti della legge da rivedere o da discutere, non ci sono pregiudiziali da parte nostra”.

Dopo il via libera del governo alla manovra anti-crisi, ma soprattutto dopo la decisione di reintrodurre l’imposta sulla prima casa, diverse parti politiche e non solo, avevano invitato il premier Mario Monti a valutare l’ipotesi di far pagare l’Ici alla Chiesa. Lo stesso Bagnasco ha voluto puntualizzare che: “Laddove si verificasse qualche inadempienza, si auspica che ci sia l’accertamento e la conseguente sanzione, com’è giusto per tutti.

Per quanto riguarda eventuali punti della legge che avessero bisogno di qualche puntualizzazione o precisazione, non ci sono pregiudiziali da parte nostra, per fare queste precisazioni nelle sedi opportune. La giustizia non ha tempo ne’luoghi, quindi va bene in qualunque momento. Se c’e’ qualche punto che deve essere precisato, si precisi”. Il cardinale sottolinea però che la revisione deve riguardare “tutto il mondo dei soggetti non profit”.

Nella giornata di oggi, in una conferenza stampa a Bruxelles, il Premier Monti ha spiegato di non aver ancora analizzato la questione Ici – Chiesa, ripetendo che “la legge prevede un particolare riconoscimento e considerazione del valore sociale delle attività degli enti non profit, tra cui la Chiesa cattolica, e quindi anche di quegli ambienti che vengono utilizzati per queste specifiche finalità di carattere sociale, culturale, educativo”.

Intanto, la rivista MicroMega, che promuove un appello per l’eliminazione dei privilegi usufruiti dalla Chiesa, comunica che le firme di cittadini indignati sono arrivate a centomila.

Sabrina Brandone

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.