Angelo Stazzi: l’infermiere serial killer delle cliniche romane

Home»Roma»Cronaca»Angelo Stazzi: l’infermiere serial killer delle cliniche romane

ROMA, 28 NOVEMBRE – E’ stato individuato il killer seriale di anziani che operava in una clinica privata della capitale.

Angelo Stazzi lavorava come infermiere ed aveva trovato un atroce modo di uccidere,. Somministrava alle sua vittime un sovradosaggio di insulina un tasso 50 volte superiore alla norma. L’enzima ha però la caratteristica di non poter essere rilevato post mortem e quindi di non lasciare tracce. Questo ha permesso all’assassino di sfuggire per lungo tempo alle indagini. Una modalità sicuramente ingegnosa nella sua crudeltà. Sembra che abbia ucciso 7 anziani tra i 70 ed i 90 anni, due donne e cinque uomini.

Non si limitava però solo ad uccidere, somministrava anche psicofarmaci non prescritti dalle cure. Si vantava al telefono con la compagna, una badante russa, di essere più competente di tanti medici ed esponeva in casa come una macabro trofeo un kit per la somministrazione di insulina.

Stazzi rientra in tutto e per tutto nel profilo del serial killer, acume nell’agire, elevata capacità di soffocare i sospetti, di passare inosservato nello stesso ambiente in cui colpiva le sue vittime.

Ultimo tocco che da un sapore italian style alla vicenda è stata una sospetta connection tra l’assassino e alcune agenzie di pompe funebri che servono la casa di riposo.

Luca Brandetti

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.