Censimento: tutte le informazioni utili per la consegna

Home»Roma»Politica»Censimento: tutte le informazioni utili per la consegna

ROMA, 21 Ottobre – È ancora in corso il 15° censimento generale della popolazione e delle abitazioni. I questionari, che sono stati inviati agli abitanti tramite posta, possono essere compilati e consegnati a mano in uno degli uffici decentrati preposti o alle poste, oppure è possibile inviarli anche attraverso il web.

Circa 61 milioni i cittadini residenti in Italia coinvolti per la compilazione dei moduli. I modelli sono stati consegnati ad ogni famiglia che risulta abitare abitualmente in città, a partire dal 31 dicembre 2010. Il censimento è un metodo molto importante per contare la popolazione nonché per poter recepire informazioni utili sulle caratteristiche del nostro paese. Dal 9 ottobre è possibile effettuare la compilazione on line sul sito dell’Istat http://censimentopopolazione.istat.it. Per accedere è necessario il proprio codice fiscale e la password stampata in basso a destra sul modulo ricevuto.

Chi non vuole avvalersi di internet per la consegna, può compilare il modello in cartaceo e consegnarlo dal 10 ottobre al 20 novembre presso gli sportelli degli uffici postali, in busta chiusa. In alternativa agli Uffici Decentrati del Censimento aperti dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18.00. Dal 15 ottobre al 18 dicembre i suddetti uffici saranno aperti anche di sabato col medesimo orario e la domenica dalle 8.30 alle 12.30. Saranno chiusi invece per il 1° novembre e l’8 dicembre. Nel caso in cui il questionario venga smarrito, è possibile rivolgersi agli uffici decentrati, e richiedere un nuovo modello o in alternativa la password per la compilazione on line.

Nel momento in cui si invierà il modello di propria iniziativa dal 9 ottobre al 20 novembre non si riceverà la visita dei rilevatori che saranno operativi, invece, dal 21 novembre fino al 29 febbraio 2012 per recuperare i moduli non pervenuti. Avranno, inoltre, il compito di rilevare quelle famiglie che non sono iscritte alle liste anagrafiche entro il 31 dicembre 2010 e rilevare le abitazioni che non sono occupate.

 

Sabrina Spagnoli

 

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.