Europa League: la Lazio impatta a Zurigo, soltanto 1-1

Home»Sport»Calcio»Europa League: la Lazio impatta a Zurigo, soltanto 1-1

ZURIGO, 21 Ottobre – Doveva essere la partita della svolta in coppa e, purtroppo, non è stato così. Orfani del bomber Klose i biancocelesti si sono dovuti accontentare di un misero pareggio. La marcia in Europa non sembra compromessa grazie allo strapotere dello Sporting Lisbona che è in testa al girone D con 9 punti, mentre sarà lotta aperta per il secondo posto. Appaiati a 2 punti in classifica ci sono la Lazio, lo Zurigo e il Vaslui. Ma veniamo adesso alle azioni salienti della trasferta di Zurigo.

Primo tempo. Lazio a trazione anteriore con Cissè unica punta, supportata dal trio Sculli, Hernanes e Gonzalez. Dopo 8 minuti il primo sussulto biancoceleste con Sculli che su assist di Hernanes non riesce a concludere in rete. È il 23’ quando da un corner battuto da Hernanes, una palla vagante in area di rigore viene raccolta da Sculli che infila in rete. Zurigo 0, Lazio 1. Vantaggio che dura giusto il tempo di un minuto. Al 24’ un’azione in velocità degli svizzeri permette a Nikci di pareggiare grazie ad un bellissimo tiro dal limite dell’area che si insacca sotto la traversa. Nulla da fare per Marchetti. Qualche colpa per Radu che si perde l’autore del goal. 26’, Sculli dal limite dell’area esplode un tiro che finisce di poco al lato, decisiva la deviazione di un difensore. Bella partita in questi frangenti dove le squadre attaccano a viso aperto. Al 36’ pericolo per la Lazio: punizione di Magnin molto angolata, Marchetti ci mette una pezza. Primo tempo bello ma poco fortunato per i biancocelesti. Una disattenzione che è costata cara.

Secondo tempo. Ad inizio della seconda frazione la Lazio effettua il primo cambio, fuori Cana e dentro Rocchi passando con un modulo a due punte per cercare di agguantare la vittoria. I biancocelesti sembrano molto più convinti del primo tempo. Al 51’ azione dubbia in area di rigore, Rocchi spizza una palla di testa e viene travolto dal portiere avversario. L’arbitro, inspiegabilmente, decide di non fischiare il rigore.

Bellissima partita con occasioni a ripetizione da entrambe le parti. Al 69’ è Hernanes a provarci, da 25 metri fa partire un missile che esce di poco al lato. Un minuto dopo nuova azione pericolosa: Rocchi mette in mezzo un cross al bacio per Cissè che non ci pensa due volte e tira ma il portiere dello Zurigo, Guatelli, dice ancora no respingendo di piede. Al 78’ cambio nella Lazio, Kozac rileva Cissè e si tenta, così, il tutto per tutto. 85’ Hernanes batte una punizione da 35 metri ma Kozac manca clamorosamente il facile appoggio. Gli ultimi minuti sono un vero e proprio assedio biancoceleste. 88’ Lulic mette in mezzo un cross perfetto per l’incornata di Kozac ma è ancora Guatelli a fare il miracolo. La partita termina praticamente qui. Zurigo 1 Lazio 1. I capitolini sono all’ultima chiamata per la qualificazione. Vincendo a Roma farebbero un grande passo avanti per la qualificazione.

 

Antonello Di Muccio

 

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.