Roma: shock a Regina Coeli, si suicida un agente penitenziario

Home»Roma»Cronaca»Roma: shock a Regina Coeli, si suicida un agente penitenziario

ROMA, 19 Ottobre – Si è suicidato ieri mattina un ispettore della polizia penitenziaria in servizio nel carcere di Regina Coeli in Roma. L’uomo, Sergio C. di 47 anni, ha utilizzato la pistola d’ordinanza. Molti i dubbi sul motivo di tale gesto.

A rendere noto l’accaduto è un comunicato del Garante dei detenuti del Lazio Angiolo Marroni: “Il gesto sarebbe avvenuto per problemi di carattere familiare. L’uomo era separato e padre di una figlia”. Ma è lo stesso Garante che mette qualche dubbio sul motivo del suicidio e punta il dito contro le condizioni degli agenti all’interno delle carceri italiane. “Io credo che il carcere abbia gran parte delle responsabilità della fine di quest’uomo. È evidente che nel suo gesto hanno avuto un peso non indifferente le drammatiche condizioni di lavoro che devono sopportare gli agenti penitenziari” commenta Angiolo Marroni.

Il Garante conclude la sua nota affermando che il sovraffollamento delle carceri  ha causato un peggioramento della qualità della vita di tutte le persone che vivono in questo mondo creando pressioni psicologiche non indifferenti. Un gesto inaspettato che porterà sicuramente a prendere provvedimenti per evitare che tali azioni possano ripetersi.

Francesco Cianni

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.