Roma: traffico di armi e droga, sgominata organizzazione internazionale

Home»Roma»Cronaca»Roma: traffico di armi e droga, sgominata organizzazione internazionale

ROMA, 19 Ottobre – All’alba di ieri mattina i carabinieri di Roma hanno sgominato un’organizzazione internazionale dedita al traffico di armi e droga che operava nella capitale. Sette gli arrestati, tutti croati e bosniaci di etnia rom, e 24 le persone indagate, tra Roma, Latina e Viterbo.

Kalashnikov, pistole, fucili, bombe a mano, queste le armi che l’organizzazione faceva arrivare dalla Croazia, caricandole su camion o autovetture, e che poi rivendeva sul mercato italiano. Un business che fruttava bene, come si legge dal “listino prezzi” scoperto dai carabinieri: dai 200 euro per le bombe a mano fino ai 40 mila euro per i missili terra aria e i mortai. Traffico di armi e non solo. Alla base dell’attività dell’organizzazione, c’era anche l’importazione di cocaina, che un secondo gruppo faceva arrivare dalla Spagna a bordo di autovetture dotate di doppio fondo, per poi destinarla alle piazze romane e del litorale laziale.

A capo dell’organizzazione, Jasminko Hasanbasic, detto “Mister”, 54 anni, ex difensore della Dinamo Zagabria e dell’ex nazionale jugoslava nei primi anni ’90, poi divenuto allenatore di una squadra di calcio amatoriale multietnica, la International Football Club. Il “Mister”, assistito dal suo braccio destro Duman Hamidovic, 32 anni, bosniaco, si occupava direttamente della compravendita delle partite di armi, destinate principalmente, a quanto emerge dalle indagini, alla criminalità romana e laziale.

Francesca Garreffa

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.