Riano: “No alla discarica!”, il dissenso degli abitanti

Home»Lazio»Riano: “No alla discarica!”, il dissenso degli abitanti

RIANO, 8 Ottobre – È  in corso in queste ore la manifestazione che vede coinvolti i residenti di Riano, nell’esprimere la loro disapprovazione alla discarica alternativa di Malagrotta.

Scortato dalle forze dell’ordine, il corteo arriverà a Quadro Alto, dov’è prevista la discarica. Presente anche Piero Marrazzo, ex governatore del Lazio, in veste di residente della zona, insieme ai 17 sindaci della Valle del Tevere-Parco di Vejo. “Quadro Alto è nel centro del paese ed è enorme, inoltre ci sono ancora delle cave in essere e i lavoratori sono qui con noi a manifestare”, ha spiegato Marinella Ricceri, sindaco di Riano, che aggiunge “mi sento abbandonata dalla politica, dalla sua prepotenza, che decide fino ad arrivare all’emergenza e noi non siamo d’accordo. Già da lunedì ci siederemo intorno a un tavolo: non lasceremo nulla di intentato.”

“Chi oggi protesta dica con forza e coraggio qual è il sito migliore e alternativo a quelli individuati. Se darà quest’indicazione sarà credibile, altrimenti si tratta della solita pattuglia di personaggi orientati solo a dire no rischiando di portare Roma nella stessa situazione di Napoli. Se a protestare sono persone che hanno avuto responsabilità di governo, o che le hanno da tre anni, e che non hanno dato alcuna soluzione, allora vuol dire che i cittadini capiranno. E’ stata data un’indicazione sulla base di un lavoro importante che ha coinvolto tutte le istituzioni del territorio. Ribadisco che non mi pare di ricordare che in questa Regione qualcuno si era mai preso la responsabilità di dire quel sito non va bene, è meglio quell’altro” ha ribadito Renata Polverini.

Alle dichiarazioni della governatrice, non tarda ad arrivare la risposta del sindaco di Riano: “E’ facile agire con la prepotenza. Non siamo noi che dobbiamo individuare altri siti, forse bisognava fare uno studio più serio e individuare un sito nel territorio di Roma. Non è nostra la responsabilità di prevedere che Roma diventi o meno una Napoli 2 ma sua e di Alemanno.”

Sabrina Spagnoli

 

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.