La rivelazione di Amanda a The Sun: molestata da una guardia carceraria

Home»Italia»Cronaca»La rivelazione di Amanda a The Sun: molestata da una guardia carceraria

ROMA, 6 Ottobre – A neanche 24 ore dal rientro negli Stati Uniti di Amanda Knox, emergono nuove confessioni e nuove accuse, destinate a generare ulteriori polemiche sull’oscura vicenda di Perugia.

A parlare questa volta è la ex accusata, che in patria è ormai divenuta una star. Il tabloid britannico Sun ha, infatti, divulgato alcune rivelazioni contenute nei “diari” che la stessa Knox scrisse durante il periodo di detenzione.

In queste annotazioni si legge, ad esempio, che la studentessa di Seattle sarebbe stata molestata verbalmente da una guardia carceraria. Quest’ultima le avrebbe spesso rivolto insistenti domande a sfondo sessuale. “Era ossessionato dal sesso” – scrive Amanda – “voleva sapere con chi l’ho fatto e come mi piace farlo. Ero sorpresa e scandalizzata dalle sue provocazioni.” Inoltre, sostiene ancora la Knox, la guardia carceraria la conduceva spesso, al terzo piano, in un ufficio vuoto per “una chiacchieratina”. “Sembrava che volesse mettermi alla prova, per capire la mia personalità, per capire se ero un’assassina, come lui supponeva. Voleva sapere con chi ero andata a letto, forse per dare alla polizia i nomi di altri sospetti.”

Di tutt’altro avviso appare l’ispettore penitenziario Argiro, che si è affrettato a smentire queste ricostruzioni rilasciando una dichiarazione al Sun. L’ ex guardia carceraria di Amanda ha ammesso di avere chiesto, in privato, alla ragazza, quanti amanti avesse avuto, ma ha smentito il fatto che fosse lui ad iniziare le conversazioni che vertevano su argomenti sessuali: “Era sempre lei che iniziava a  parlare di sesso”.

Vere o false che siano queste accuse reciproche, resta però una sensazione. Questa brutta vicenda di cronaca, che sembra aver dimenticato la sua vera vittima, ha portato alla ribalta una ventenne americana che in patria ha ricevuto un’accoglienza da star, ma che altrove molti guardano ancora con sospetto.

Francesca Garreffa

 

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.