Donne e scarpe binomio imprescindibile

Home»Magazine»Donne e scarpe binomio imprescindibile

ROMA, 28 GIUGNODimmi che scarpe indossi e ti dirò chi sei. Sembra incredibile che dal tipo di scarpe che si portano possano trapelare tratti importanti della nostra personalità. Se c’è infatti un accessorio che sa toccare nel profondo il nostro cuore questo è senza dubbio la scarpa: niente sa attrarre una donna come un bel paio di tacchi alti ma, se questa sembra essere una certezza, forse la domanda che dovremmo porci è allora quali tra tutte queste scarpe ci attrae più delle altre. Insomma quale è il modello dei nostri sogni?

Quella che infatti può apparire come una semplice preferenza sembra essere in realtà un ben chiaro indicatore della nostra personalità: non si sceglie una scarpa per puro caso ma perché qualche cosa dentro di noi ci dice che è lei la nostra “metà della mela”. Questo speciale legame tra calzature e personalità è stato studiato dall’University of Kansas e del Wellesley College negli Stati Uniti: “Gli esperti hanno mostrato a un gruppo di volontari foto di calzature di alcune persone e chiesto di indovinare alcuni tratti della loro personalità”. Cosa è emerso da questo esperimento?

Innanzi tutto se portate tacchi alti e forme massicce sappiate che il prossimo vi vedrà come una persona particolarmente amabile mentre un modello vistoso solitamente viene sfoggiato da chi è più insicuro e cerca forse così di dare un’apparenza di sé più carismatica di ciò che in realtà è. Se invece siete tipi da calzature pratiche in generale darete di voi un’immagine piacevole e rilassata. Le donne più aggressive opteranno per gli anfibi mentre la comodità verrà privilegiata da chi ama la calma e la pacatezza.

Stile ed eleganza della calzatura sono risultati invece valido indicatore sia del sesso sia del reddito: i maschi e le persone ad alto reddito indossano in genere scarpe più alla moda delle donne e delle persone a basso reddito. Insomma le scarpe sono usate per dare giudizi sulle persone che le indossano, concludono i ricercatori, spesso ma non sempre questi giudizi sono accurati.

Sabrina Bachini

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.