Alfa Romeo Giulietta: cambio TCT e nuovi motori benzina e Gpl

Home»Magazine»Alfa Romeo Giulietta: cambio TCT e nuovi motori benzina e Gpl

ROMA, 16 Febbraio – Alfa Romeo punta sulla Giulietta, l’autovettura che, grazie al successo riscosso, sta conquistando il segmento “C” del comparto europeo. Interessanti sono, infatti, le novità che – sia con riferimento alla meccanica che in relazione alle motorizzazioni – l’azienda del “Biscione” riserva a tutti coloro che ricercano un’auto sportiva senza voler rinunciare all’eleganza.

La prima di queste innovazioni è rappresentata dal nuovo cambio Alfa TCT (Twin Clutch Transmission), disponibile anche su Alfa MiTo. Si tratta di un cambio automatico doppia frizione a 6 rapporti dotato, appunto, di due trasmissioni in parallelo, una per le marce pari e una per le dispari, ognuna con la sua frizione. Questo congegno consente di ottenere fluidità e continuità progressiva nell’erogazione della potenza: grazie al lavoro dei due cambi in parallelo, infatti, è possibile selezionare ed innestare la marcia successiva mentre quella precedente è ancora innestata. Simili risultati si uniscono a consumi ed emissioni ridotte rispetto alle concorrenti che montano un cambio manuale: il 1.4 turbo benzina MultiAir consuma 5,2 litri di benzina per 100 km nel ciclo combinato, emettendo 121 g/km di CO2; la versione 2.0 turbodiesel JTDM-2 consuma 4,5 litri per 100 km nel misto ed emette 119 g/km di CO2.

Per quanto riguarda le nuove motorizzazioni, dall’11 febbraio è disponibile il nuovo propulsore 1.4 turbo benzina da 105 CV, al prezzo di 18.770 euro nella versione base e 19.820 nella versione Progression. Dal 18 febbraio sarà invece in vendita il propulsore 1.4 turbo alimentato a Gpl da 120 CV, al prezzo di 22.370 euro per la versione base, 23.420 euro per la Progression, fino a 24.870 euro per l’allestimento Distinctive. La versione alimentata a Gpl, in particolare, si caratterizza per i consumi contenuti: con 28 euro circa è possibile fare un pieno che garantisce 1400 km di autonomia. Si tratta di dati molto interessanti visto che, come è stato stimato, per una percorrenza media di 20.000 km, si registra un risparmio annuo che si attesta intorno ai 1.000 euro.

Tiziano Giuseppe Raucci

Fonte Immagine: italiantestdriver.blogspot.com

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.