Sospesa acqua pubblica a Sezze: il gestore Dondi ritarda i pagamenti

Home»Lazio»Latina»Sospesa acqua pubblica a Sezze: il gestore Dondi ritarda i pagamenti

SEZZE, 30 Marzo – Non potevano mancare contestazioni cittadine e proteste di piazza nella cittadina di Sezze, che improvvisamente si ritrova ad avere a che fare con il mancato rispetto del risultato referendario sull’acqua pubblica. Il flusso idrico diminuisce notevolmente nella cittadina romana, dovuto al mancato pagamento di 1 milione e 100 mila euro nei confronti di Acqualatina, che dopo numerosi solleciti ha deciso di ridurre al minimo la fornitura d’acqua ai cittadini: “Acqualatina S.p.A. si rammarica di dover attuare una soluzione di questo genere che andrà a causare un disagio all’incolpevole cittadinanza di Sezze, ma la situazione creditoria è estremamente preoccupante”.

Quella appena citata, è una società fornitrice che sostiene dei costi altissimi per rendere disponibile il servizio al Comune di Sezze, un pagamento in questo caso particolare, non procrastinabile. Ieri, giovedì 29 marzo, è iniziata la diminuzione del flusso d’acqua potabile e si prorogherà fin quando il debito contingente della Dondi S.p.A., non verrà saldato.

Per i cittadini però, questa risulta una vero e proprio scherno, per di più concesso dalla legge, non che questo sia il primo caso in cui la legge si prenda gioco di un cittadino, ma diciamocelo, per un buco colossale di diverse migliaia di euro il cui responsabile è una S.p.A., perché 25 mila persone devono pagare non solo economicamente questa vicenda? Probabilmente perché è ancora la decisione più drastica a “smuovere le acque”, e perché a rimetterci c’è l’onesto di turno, in questo forse gli onesti ammontano a 25mila.

Valeria Racano

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.