Nemi: tunisino aggredisce a colpi di martello il padrone di casa

Home»Lazio»Nemi: tunisino aggredisce a colpi di martello il padrone di casa

NEMI, 2 Novembre – È  stato arrestato a Nemi, località dei castelli romani, un tunisino di 48 anni, per aver preso a martellate il padrone di casa. L’uomo, secondo una prima ricostruzione delle forze dell’ordine, sembra che si sia infastidito dalle continue richieste di pagare l’affitto della sua abitazione.

La vittima, un 44enne, è stato colpito alla testa con un martello. Ridotto in gravi condizioni è stato ricoverato all’ ospedale San Giovanni dell’Addolorata di Roma. Al momento la prognosi è riservata. In un primo momento, l’uomo era riuscito a fuggire e a rinchiudersi dentro il bagno dell’abitazione, chiamando il 112 per farsi soccorrere. Nel frattempo, l’aggressore, si era disfatto dell’arma utilizzata, buttandola nel giardino dell’abitazione. Alla base del litigio, sembra essere stata la minaccia di sfratto per il tunisino.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile della Compagnia di Velletri, che hanno arrestato l’uomo, che dalle verifiche fatte è risultato incensurato ed in regola col permesso di soggiorno. Al momento l’aggressore si trova nel carcere di Velletri con l’accusa di tentato omicidio.

Sabrina Spagnoli

 

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.