Vendetta all'acido: ex non riconosce suo figlio, lei lo sfigura

Home»Italia»Cronaca»Vendetta all’acido: ex non riconosce suo figlio, lei lo sfigura

BRESCIA, 24 SETTEMBRE – Una vendetta atroce quella di una ragazza, che lasciata incinta dal fidanzato, ha deciso di sfigurarlo con l’acido. Si tratta di una bresciana di 23 anni, che era ormai incinta al nono mese e quindi in procinto di partorire, ma non riuscendo ad accettare di essere stata lasciata dal papà del bambino in arrivo ha deciso di vendicarsi in uno dei modi più crudeli.

L’agguato nei confronti del ragazzo che non voleva essere padre, un ragazzo di 26 anni di nome William residente a Travagliato, è avvenuto nella notte tra mercoledì e giovedì da parte della stessa ragazza con l’aiuto di un 43enne già sottoposto a Daspo per comportamenti non corretti nella curva del Brescia che da tempo aveva un debole per lei, che hanno deciso di aspettare il malcapitato fuori dalla sua abitazione. L’uomo ha immobilizzato il ragazzo mentre la ragazza incinta gli ha versato addosso l’acido. Ad attirare i vicini e la coinquilina del ragazzo sono state le sue urla. Immediatamente sono stati chiamati 118 e 112 per soccorrere la vittima.

Attualmente il ragazzo si trova ricoverato all’Ospedale Civile di Brescia ancora in prognosi riservata a causa di ferite piuttosto gravi: presenta, infatti, ustioni sul 30% del corpo, ma è soprattutto il viso a essere danneggiato per sempre con l’occhio sinistro ormai perso e il rischio che la stessa cosa possa verificarsi anche per il destro. Entrambi i colpevoli sono stati arrestati pochi minuti dopo, anche se la ragazza, che è ormai in procinto di partorire si trova ai domiciliari in una comunità protetta in attesa della nascita del bambino, mentre l’uomo è rinchiuso nel carcere di Canton Mombello.

L’agguato è l’apice di un rapporto difficile tra i due, anche se era ormai da diverso tempo che la ragazza effettuava azioni di stalking nei confronti dell’ex, che l’aveva lasciata a luglio raccontandole di avere un’altra e di avere anche forti dubbi sulla sua paternità del bambino. Fanno però sensazione le parole pronunciate dalla giovane al momento del suo arresto in cui ha provato a giustificare il clamoroso gesto: “Volevo dargli una lezione che lasciasse il segno”.

Valentina Ferrari

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.