Attore di Gomorra condannato a 13 anni e 10 mesi

Home»Italia»Cronaca»Attore di Gomorra condannato a 13 anni e 10 mesi

CASERTA, 10 LUGLIO – Boss nel film e nella vita. È il caso di Giovanni Venosa, attore del film “Gomorra”, condannato ieri dal tribunale di Santa Maria Capua Vetere a 13 anni e 10 mesi di reclusione per tre tentativi di estorsione ed una estorsione aggravati dal metodo mafioso. L’attore è il nipote di un membro di spicco del clan dei Casalesi, Luigi Venosa, detto “Ò cocchiere”. Venosa, nella pellicola del regista Matteo Garrone ispirata al best seller di Roberto Saviano, interpretava il boss del clan che intimava a due ragazzi di non intraprendere attività sul suo territorio.

Per la corte, tra il 2008 e il 2009, pur essendo in una casa lavoro di San Giuliano Saliceta, in provincia di Modena, l’uomo si recava a Castelvolturno per ricominciare a chiedere il pizzo ai negozianti. In una occasione trascinò in bagno per i capelli il titolare di un ristorante, mostrando la pistola, mentre era in corso un banchetto con oltre 100 invitati. Tutti i titolari degli esercizi commerciali gravati dalle richieste di tangente era spaventati dalle minacce del capozona. Le indagini erano cominciate con una denuncia dell’ex sindaco di Castelvolturno Francesco Nuzzo e si erano concluse con 9 ordinanze di custodia cautelare. Oggi c’è stata la sentenza nei confronti di Venosa e di altri due: Esterino Antonucci, condannato a 10 anni, e Marcello D’ Angelo, assolto da tutti i reati. Il pm Luigi Landolfi aveva chiesto per Venosa la condanna a 24 anni di carcere. Ad oggi sono quattro gli ex attori di Gomorra coinvolti in procedimenti penali.

Valentina Ferrari

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.