Milano: 64enne pestato da agenti in borghese, le telecamere li inchiodano

Home»Italia»Cronaca»Milano: 64enne pestato da agenti in borghese, le telecamere li inchiodano

MILANO, 2 LUGLIO – Due agenti di Polizia in borghese massacrano un uomo di 64 anni nei pressi di viale Gorizia per futili motivi. Non contenti, tentano di denunciarlo per “resistenza a pubblico ufficiale”.

I 24enni Federico Spallino e Davide Sunseri, hanno aggredito il 64enne Luigi Vittorino Morneghini verso le tre di notte del 21 maggio scorso, lo hanno pestato così forte da rompergli numerose ossa della faccia (le fratture procurate in totale sono una quarantina) tanto da deformargli il volto in maniera permanente. La “fortuna” del malcapitato è stata che delle telecamere di sorveglianza  hanno ripreso la scena e così è stato possibile dimostrare l’innocenza dell’uomo.

Pare che all’origine di tutto ci fossero dei fiori che gli agenti distribuivano alle ragazze di passaggio per approcciarle. L’uomo, offeso perché alla sua compagna 50enne non era stata dedicata alcuna attenzione, avrebbe iniziato ad insultarli. Poi il pestaggio, ripreso dalle telecamere di sorveglianza. “Pochi minuti di drammatiche immagini rese ancor più crude dalla indifferenza del mondo circostante”, scrive il pm Tiziana Siciliano nella richiesta di custodia cautelare. Il pm spiega che quella sera c’è stato “un incontro casuale” I due poliziotti, a un certo punto, fanno per andarsene e “attraversano la strada”. L’uomo, “certamente alterato da assunzione di alcol” compie un “gesto tanto insensato quanto risibile” e si “toglie la giacca” e segue i due, “rimanendo poi fermo al centro della carreggiata”. Il pm scrive che non si può sapere cosa l’uomo “abbia detto, possiamo ipotizzare che fossero le frasi sconclusionate e, perché no, provocatorie di un ubriaco un po’ molesto”.Le accuse contro di loro sono di lesioni gravissime, falso ideologico (perché hanno dichiarato il falso dicendo che l’anziano era caduto a seguito di una spinta), e calunnia (per aver denunciato di essere stati aggrediti dall’uomo).

L’arresto è stato disposto dal Gip Alessandra Clemente che ha accolto la richiesta di custodia cautelare avanzata dal secondo dipartimento della procura di Milano. Ha scritto la Pm Tiziana Siciliano chiedendo l’arresto dei due agenti: “Nemmeno un pubblico ministero con anni di esperienza quale chi scrive avrebbe mai potuto immaginare la reazione fredda ma bestiale dei due” che dovrebbero essere “rappresentanti dell’ordine”. Anche in questo caso, come in quello del romano Stefano Gugliotta, delle riprese hanno permesso di stabilire la verità dei fatti.

Marina Mignano

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.