Conserva cadavere del padre in casa per mesi, non voleva separarsene

Home»Italia»Cronaca»Conserva cadavere del padre in casa per mesi, non voleva separarsene

ROMA, 8 Giugno – Domenico Pilone, cinquantanovenne di Settimo Torinese (Torino), per alcuni mesi ha conservato il cadavere del padre all’interno di un sacco deposto nella propria camera da letto. La scoperta è avvenuta grazie alla comunicazione relativa al cattivo odore proveniente dall’abitazione, che i vicini di casa, mossi da forte allarme, hanno rivolto ai carabinieri. Le forze dell’ordine sono quindi sopraggiunte nella giornata di ieri nell’appartamento di Pilone, dal quale hanno ottenuto senza alcuna difficoltà la confessione circa l’occultamento del cadavere del padre.

I carabinieri stanno cercando di far luce sulla vicenda, i cui contorni al momento non appaiono chiarissimi. L’uomo avrebbe dichiarato di aver trovato il padre morto senza però fornire una spiegazione del decesso. Dopodiché lo avrebbe avvolto in un sacco poiché – come ha riferito ai carabinieri – non accettando la morte del genitore, aveva deciso di non “separarsi da lui” compiendo una scelta decisamente folle. Tuttavia, al momento, carico del figlio non è stato emesso alcun provvedimento.

Ora occorre innanzitutto accertare se a monte vi siano stati dei disturbi psichici a spingere a questa macabra scelta il cinquantanovenne, attualmente disoccupato e domiciliato nella casa di famiglia, che continuava a condividere con la madre in seguito al decesso del padre. Secondo quanto affermato dal figlio, il decesso si sarebbe verificato due mesi fa, probabilmente per cause naturali. Ad un primo esame, sul corpo dell’anziano, deceduto a novant’anni, non sono stati osservati segni di violenza; tuttavia, la salma è stata trasferita nella camera mortuaria del cimitero perché venga sottoposta ad un’autopsia. La madre è invece stata condotta in ospedale viste le instabili condizioni di salute.

Vincenza Accardi

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.