Terremoto in Emilia Romagna: salgono a 16 le vittime, estratta viva dalle macerie una donna

Home»Italia»Cronaca»Terremoto in Emilia Romagna: salgono a 16 le vittime, estratta viva dalle macerie una donna

BOLOGNA, 29 MaggioSale ancora il numero delle vittime del terremoto che ha scosso tutto il nord Italia questa mattina. Al momento sono in totale 9 le persone che hanno perso la vita. Due a Mirandola, tre a San Felice per il crollo di un’azienda, una a Finale, un anziano a Concordia e una donna di 45anni rimasta uccisa nel crollo della suo mobilificio di Cavezzo. L’ultima vittima – secondo quanto si apprende dalle agenzie – si tratterebbe del parroco di Rovereto di Novi. La decima vittima risultava essere il parroco di Carpi ma un giornalista di una televisione locale ha smentito la notizia.

Ore 12.55. Un comunicato della Regione Emilia Romagna parla di 11 vittime accertate. Le altre 2 vittime sono a Medolla e Cento.

Ore 12.56. Ancora una scossa sconvolge il nord Italia. La terra ha tremato anche a Milano e Bologna.

Ore 12.58 La scossa di pochi minuti fa era di magnitudo 5,3.

Ore 13.01. Nuova forte scossa di magnitudo 5,1 con epicentro nel modenese. Sentita fino a Firenze.

Ore 13.14. Napolitano: “Sono sicuro che supereremo anche questo momento. Solidarietà alle persone coinvolte”.

Ore 13.22. Monti: “Assicuro che lo Stato farà tutto quello che possibile fare e in tempi brevi per garantire la ripresa della vita normale”. Il presidente della regione: “Riconosceremo i danni alle imprese e ai cittadini”

Ore 13.25. Annullata l’amichevole tra Italia e Lussemburgo che doveva essere disputata a Parma questa sera.

Ore 13.33. Si scava in un capannone di Cavezzo, probabile dispersa un’operaia.

Ore 13.38. Tre operai dispersi a Mirandola intrappolati nelle macerie di un capannone.

Ore 14.00. Perde la vita Don Ivan Martini, parroco della chiesa Rovereto. Era andato in parrocchia per mettere in salvo la statua della Madonna di Lourdes.

Ore 14.40. Continua a salire il numero delle vittime: 13 morti e un centinaio di feriti. Incerto il numero dei dispersi.

Ore 15.03. 6mila nuovi sfollati che si vanno ad aggiungere ai 6mila del 20 Maggio.

Ore 15.08. Sale nuovamente il numero delle vittime: 15 morti

Ore 15.21. Zappaterra, Presidente della Provincia di Ferrara, richiede la chiusura anticipata dell’attività scolastica su tutto il territorio.

Ore 15.25. Risultano disperse 5 persone

Ore 15.41. A Cavezzo la situazione è molto difficile: il centro storico è completamente distrutto, si scava con la speranza che non ci siano vittime. Il sindaco “Il paese non esiste più!”. Un parco è stato allestito per accogliere gli sfollati. Tanta paura.

Ore 15.45. Almeno 800 le scosse dal 2o Maggio

Ore 16.40. Ulteriore scossa di magnitudo 3,9.

Ore 17.00 3 dispersi a Cavezzo.

Ore 17.39. Per 3 giorni saranno chiuse le scuole. Per lunedì è indetto il lutto nazionale.

Ore 17.42. E’ di 15 morti, 7 i dispersi e 200 feriti il bilancio delle scosse avvenute nella giornata di oggi che vanno ad aggiungersi alle 7 vittime del terremoto del 20 Maggio.

Ore 20.51. Sale ancora il numero delle vittime. Il bilancio è drammatico: 16 morti, 200 feriti e 10 dispersi.

Ore 21.05. E’ stata estratta viva da sotto le macerie una donna nel comune di Cavezzo. Sta per essere caricata su una delle due ambulanze presenti sul luogo. La donna è stata ritrovata in via Primo Maggio, nel pieno centro storico del paese. E’ sopravvissuta 12 ore sotto le macerie. Molto probabilmente la verrà trasportata all’ospedale di Modena.

Ore 21.29. Aggiornato il bilancio del drammatico terremoti di oggi: 16 vittime, 1 disperso, 200 feriti.

In aggiornamento

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.