Tragedia nel Consentino: confessa di aver ucciso marito e figlia 26enne

Home»Italia»Cronaca»Tragedia nel Consentino: confessa di aver ucciso marito e figlia 26enne

COSENZA, 2 Maggio –  E’ stato risolto il caso del duplice omicidio avvenuto lo scorso venerdì a Villapiana, in provincia di Cosenza. Questa mattina, infatti, Domenica Ruggiano, 54 anni, ha confessato di aver ucciso a colpi di fucile il marito Vincenzo Genovese, 67 anni, e la figlia Rosa, 26 anni. La donna ha ammesso di aver sparato prima al marito, alle spalle, e poi alla figlia, che era corsa in cortile allarmata dal primo sparo. Infine, si è ferita da sola all’anca e, rientrata in casa, si è distesa sul letto, in attesa di morire dissanguata. Tuttavia, un uomo, giunto nei pressi dell’abitazione cercando di raccogliere asparagi, ha notato il cadavere del marito e ha dato l’allarme.

Inizialmente, la Ruggiano ha raccontato di un aggressore sconosciuto, ma i carabinieri del Comando provinciale di Cosenza e della Compagnia di Corigliano Calabro hanno subito dubitato della versione della donna. Già dai primi sopralluoghi il quadro è apparso abbastanza chiaro: soltanto un membro dell’ambito familiare avrebbe potuto sapere che il fucile – l’arma del delitto – si trovava nel ripostiglio. Pertanto, in seguito a un interrogatorio durato tutta la notte all’ospedale, dov’è ricoverata a causa della ferita, la donna è crollata e ha confessato le sue colpe davanti al pubblico ministero di Rossano, Maria Grazia Anastasia. Sebbene in modo confuso, ha riferito che non sopportava più i dissidi col marito e che non voleva che la figlia patisse le stesse sofferenze, visto che da alcuni mesi aveva allacciato una relazione a lei non gradita. Al momento, non è stata presa alcuna misura cautelare.

Martina Bezzini

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.