Camorra: sgominato il clan Belforte gestito dalle mogli dei boss

Home»Italia»Cronaca»Camorra: sgominato il clan Belforte gestito dalle mogli dei boss

CASERTA, 24 AprileSono stati arrestati dalla squadra mobile di Caserta gli ultimi due affiliati del clan Belforte di Marcianise, Francesco Braccio, 47 anni, nato e residente a Marcianise, e Francesco Salzano, napoletano di 58 anni, residente a Viareggio, che erano riusciti a sfuggire durante la notte al blitz di Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza.

L’operazione interforze è stata eseguita da centinaia di uomini e ha consentito di notificare complessivamente 44 ordinanze di custodia cautelare in carcere ad altrettanti esponenti del clan casertano dei Belforte accusati di associazione a delinquere di stampo mafioso. L’operazione è stata coordinata dal Dda di Napoli è stata eseguita da centinaia di uomini di polizia, carabinieri e guardia di finanza. Il clan aveva delle diramazioni in tutta Italia, e oltre agli arresti, sono state sequestrate 27 abitazioni, terreni e 70 automezzi tra Caserta, Napoli, Lucca, Pistoia, Catania e Cosenza, per un valore complessivo di oltre 10 milioni di euro. Sequestrati anche 250 rapporti bancari la cui entità totale è in corso di accertamento.

Il clan dei Belforte aveva stipulato un patto con i ‘Casalesi’ per spartirsi il 50 per cento delle attività illecite tra Marcianise, Maddaloni, San Nicola la Strada, San Marco Evangelista, Caserta e le aree limitrofe. L’indagine è partita dal ritrovamento di un file nel computer a casa di un indagato, sequestrato dalla guardia di finanza di Caserta, all’interno del quale compaiono i nomi di un centinaio di imprenditori sottoposti alle estorsioni del clan Belforte. Questo ha permesso di ricostruire l’organigramma, le attività illecite e il modo in cui operava l’organizzazione camorristica tanto potente da spingere gli stessi Casalesi, nel corso degli anni ’90, a stringere un patto di belligeranza.

Sabrina Bachini

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.