Blitz contro estremisti islamici: perquisizioni a Cuneo, un arresto a Pesaro

Home»Italia»Cronaca»Blitz contro estremisti islamici: perquisizioni a Cuneo, un arresto a Pesaro

PESARO, 23 Aprile – La Polizia di Stato di Cagliari da questa mattina sta eseguendo in molte città un’operazione antiterrorismo, diretta dalla Polizia di Prevenzione/Ugicos, con l’obiettivo di scovare la fitta rete di terroristi islamici sparsi per l’Europa. A Pesaro, a seguito di un’operazione, è stato arrestato un 28enne italiano convertitosi alla religione islamica e alla pratica terroristica del posto, con l’accusa di addestramento all’attività terroristica internazionale.

Numerose perquisizioni sono avvenute anche a Milano, Palermo, Salerno, Cuneo, rintracciando altri dieci indagati tutti colpevoli dello stesso reato connesso alla loro religione. Il mese scorso a Brescia fu arrestato il marocchino Jarmoune Mohamed grazie ad uno screening completo del suo computer, dove è stato trovato un sopralluogo digitale della sinagoga di Milano, operazione denominata Firewall. Le indagini sul 28enne a Pesaro, che oggi giorno si fa chiamare Abdul Whaid As Siquili, iniziarono ben due anni prima del suo arresto, a seguito di un’attività di monitoraggio riguardante gli spazi web e in particolare Youtube, ospitante numerosi video in cui venivano esaltate le pratiche del terrorismo, fermando l’attenzione sul numero contingente di visite effettuate da italiani sul sito islamista (uno dei più radicali creati in Europa), MinBar-Sos, chiuso nel 2009.

Rintracciato anche un docente di lettere residente a Cagliari, attivo nell’ambito terroristico islamico, che partecipava alla traduzione e diffusione su internet di testi di ispirazione qaedista e in aggiunta, la creazione di blog che comprendeva una larga fascia di estremisti coinvolta nell’operazione svolta oggi dalla Polizia di Stato.

Valeria Racano

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.