Elisa Claps: riaperta la Chiesa della Santissima Trinità

Home»Italia»Cronaca»Elisa Claps: riaperta la Chiesa della Santissima Trinità

ROMA, 14 Aprile – La Chiesa della Santissima Trinità di Potenza, nel cui sottotetto era stato rinvenuto il corpo di Elisa Claps, è stata finalmente dissequestrata, mentre il sottotetto, su disposizione della magistratura salernitana, rimane inaccessibile. In seguito al reperimento del cadavere della diciassettenne potentina, avvenuto il 17 marzo del 2010, la chiesa era stata chiusa al pubblico dal primo di aprile dello stesso anno.

L’importante chiesa del capoluogo lucano, situata sulla via più frequentata del centro storico, torna quindi dopo ben due anni ad accogliere i tanti fedeli potentini che attendevano la sua riapertura. Sostenuta da monsignor Agostino Superbo, la comunità potentina aveva richiesto il dissequestro con una petizione di circa duemila firme. Sentimenti di mestizia sono stati espressi dal primo cittadino di Potenza, Vito Santarsiero, secondo cui “l’assassinio di Elisa Claps resterà perennemente per Potenza un episodio indelebile ed il ritrovamento del suo corpo senza vita, due anni fa, nel sottotetto della Santissima Chiesa della Trinità ha rappresentato un duro colpo per la intera città”.

Certo non sarà facile dimenticare un evento così doloroso e lacerante per l’intera città che si è stretta intorno alla famiglia Claps. Il sindaco ha infatti ribadito che “neanche la condanna del suo assassino potrà mai rimarginare una ferita che continua a sanguinare per una triste vicenda che, oltre ad aver sconvolto la famiglia Claps, ha colpito e coinvolto la nostra intera comunità”.

Vincenza Accardi

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.