Paolo Bosusco è libero. Dopo un mese di prigionia è stato rilasciato dai ribelli maoisti

Home»Italia»Cronaca»Paolo Bosusco è libero. Dopo un mese di prigionia è stato rilasciato dai ribelli maoisti

ROMA, 12 Aprile – È finalmente tornato libero dopo un mese di prigionia Paolo Bosusco, la guida italiana 54enne rapita lo scorso 14 marzo in Orissa, regione orientale dell’India, insieme all’altro connazionale Claudio Colangelo, rilasciato il 25 marzo. “Sto bene”, sono state queste le prime parole con cui ha voluto tranquillizzare parenti ed amici.

Nelle sue prime dichiarazioni, Bosusco, apparso visibilmente dimagrito, ha detto di aver trascorso dei giorni difficili ma che i ribelli maoisti lo hanno trattato bene e ha tenuto a precisare che verso di loro non nutre alcun risentimento.“Fisicamente è stata dura – ha detto – perché avere la malaria ed essere circondato da persone armate non è simpatico”.

Paolo Bosusco è arrivato questa mattina alle 8, ora italiana, a Bhubenaswar la capitale dello stato dell’Orissa ed è stato accolto in una foresteria dello Stato dall’ambasciatore italiano in India e dal console di Roma. Bosusco è stato accompagnato a Bhubenaswar da un mediatore locale, Dandappani Mohanty, il quale aveva raggiunto mercoledì sera l’accampamento maoista tra le montagne per consegnare ai ribelli un messaggio da parte del governo dello Stato dell’Orissa. Il ministro degli Esteri Terzi, appresa la notizia della liberazione, ha dichiarato “Si sta concludendo una vicenda rischiosa e molto complessa che in queste settimane ci ha visto impegnati a tutti i livelli e senza sosta, con l’obiettivo che in questi casi resta sempre quello di garantire anzitutto l’incolumità dei nostri connazionali”.

Mariella Laurenza  

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.