Scoperti nullatenenti che possedevano yacht di lusso

Home»Italia»Cronaca»Scoperti nullatenenti che possedevano yacht di lusso

ROMA, 3 Aprile – Nell’ambito dell’operazione “Sailing money”, la Guardia di Finanza è riuscita a scoprire che una donna deteneva uno yacht del valore di oltre un milione di euro, ma non versava nulla al fisco. L’operazione, che è stata guidata dal Roan di Bari, ha coinvolto l’intera regione Puglia ed è stata finalizzata alla verifica della situazione fiscale dei proprietari di imbarcazioni da diporto ormeggiate che fossero di notevole pregio.

Nel corso delle indagini, volte a rintracciare gli eventuali casi di evasione o elusione fiscale, sono state passate al vaglio 963 imbarcazioni, tra cui 775 yacht a motore o a vela aventi lunghezza superiore ai 10 metri. Dalle indagini è emerso che ben 286 sarebbero i casi di “significativo potenziale interesse” che devono essere chiarite al più presto. Molti degli intestatari infatti non avevano mai presentato la dichiarazione dei redditi oppure avevano dichiarato redditi incompatibili col valore d’acquisto delle imbarcazioni.

Tra i casi ritenuti sospetti dalla Guardia di Finanza, quello dello yacht di 1.200.000 euro spicca per il maggiore valore dell’imbarcazione, intestata ad una donna non effettuava la dichiarazione dei redditi; eppure gli inquirenti si stanno già orientando anche su altri evasori, tra i quali vi sono persone rispettivamente proprietarie di uno yacht a motore stimato 260.000 euro e di un altro da 310.000 euro. Nell’ultimo fine settimana è cresciuta l’attenzione degli uomini del Reparto Operativo Aeronavale di Bari, che per procedere ad un più esteso controllo si sono serviti delle unità navali ed aeree.

Vincenza Accardi

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.