Operazione "Tela del ragno": ‘Ndrangheta infiltrata negli appalti pubblici

Home»Italia»Cronaca»Operazione “Tela del ragno”: ‘Ndrangheta infiltrata negli appalti pubblici

COSENZA, 30 Marzo –  Cosche della ‘ndrangheta cosentina infiltrate negli appalti pubblici della Calabria e non solo, responsabili anche di omicidi e atti intimidatori. I carabinieri di Cosenza hanno eseguito 63 ordinanze cautelari nei confronti di presunti affiliati a sette cosche attive nell’area del Tirreno cosentino.

Nell’inchiesta “Tela del ragno” sono indagate 250 persone. Tra gli arrestati, anche autori e mandanti di numerosi omicidi ed attentati compiuti durante una guerra di mafia tra gli anni 1999 e 2004. Nell’operazione sono anche stati sequestrati beni per 15 milioni di euro. Al centro dell’inchiesta, coordinata dalla DDA di Catanzaro, ci sono le dinamiche criminali di Cosenza e del versante tirrenico della provincia, con la ricostruzione della maggior parte dei fatti di sangue avvenuti negli ultimi 30 anni di guerre di mafia.

Gli arresti sono in esecuzione, oltre che in Calabria, anche nel Lazio, in Lombardia ed in Veneto. All’operazione partecipano 500 militari, oltre ad elicotteri ed unità cinofile.

Michele De Bellis

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.