Torino: donna vola dal balcone, fermato il marito per omicidio

Home»Italia»Cronaca»Torino: donna vola dal balcone, fermato il marito per omicidio

TORINO, 30 Marzo – Nella tarda serata di mercoledì scorso, Gilberto Morelli, 50 anni, soggetto a problemi con l’alcol, dopo l’ennesimo litigio con la moglie, Alfina Grande di 44 anni, la spinge fuori dal balcone facendola cadere dal secondo piano della sua abitazione in Via De Bernardi a Torino. La donna a seguito della caduta, ha urtato violentemente contro la tettoia di un bar ed è morta sul colpo.

Gli agenti della Squadra Mobile, avvisati immediatamente da un vicino, sono intervenuti e hanno arrestato l’uomo mentre era intento a vedere un programma alla Tv. L’accusa nei suoi confronti è pesantissima: omicidio volontario. Non si escludono, visto il suo atteggiamento dopo l’accaduto,gli estremi della crudeltà. I due coniugi erano tornati a vivere insieme dopo un lungo periodo di separazione. Dal racconto dei vicini e della sorella della vittima sembra che lui maltrattasse e picchiasse spesso la moglie. E in più occasioni la Polizia è dovuta intervenire per sedare le violente liti tra i due. Solo che evidentemente, non si sono mai palesati gli estremi per un fermo.

E così un’ altra vita spezzata, un’altra donna che muore a seguito delle violenze subite. Si riuscirà, prima o poi, a non confermare le tesi di numerosi psicologi e sociologi secondo le quali un altissima percentuale di violenza sulle donne si consuma all’interno delle mura di casa?

Silvio Manzi

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.