Barletta: giallo sui due cadaveri nel frantoio dato alle fiamme

Home»Italia»Cronaca»Barletta: giallo sui due cadaveri nel frantoio dato alle fiamme

BARLETTA, 13 Marzo – E’ giallo sul ritrovamento di due cadaveri a Barletta, in un frantoio abbandonato alle porte della città, di fronte al centro commerciale Ipercoop. I corpi appartenevano a due rumeni di 39 e 56 anni, morti dopo essere stati accoltellati e in seguito ad un incendio, appiccato per non si sa bene quale motivo. I Vigili del Fuoco erano intervenuti per domare un incendio, quando si sono trovati di fronte la macabra scoperta: i due cadaveri erano dilaniati da numerose ferite provocate da un’arma da taglio, soprattutto sul petto e sull’addome.

Uno dei due cadaveri, inoltre, era stato colpito al cranio, forse da una mazza: sta di fatto che i Carabinieri non sono riusciti a rinvenire, sul posto del ritrovamento, nessun’arma. I due rumeni vivevano in quel frantoio, da sempre rifugio di extracomunitari, insieme ad altri connazionali, ma i militari stanno indagando su quanto accaduto ieri dopo le 18.00. I corpi sono stati trovati nei pressi della recinzione, mentre l’incendio è divampato nel frantoio. Forse una lite ha portato alla morte dei due uomini, oppure una questione di vendetta: sta di fatto che gli inquirenti non escludono nessuna pista per fare luce sulla vicenda.

Per tutta la notte sono stati ascoltati altri due rumeni, i parenti delle vittime e un marocchino. Nella struttura abbandonata, infatti, viveva una famiglia proveniente dalla Romania e alcuni marocchini: tra queste persone i militari stanno cercando gli autori o l’autore del delitto. Non si esclude che la dinamica dell’omicidio abbia visto le due vittime non avere scampo: molto probabilmente il loro uccisore li ha inseguiti fuori dalla struttura, e qui, presso la recinsione, li abbia uccisi.

Augusto D’Amante

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.