Caso Lusi: aperta un’inchiesta, coinvolta anche la moglie

Home»Italia»Caso Lusi: aperta un’inchiesta, coinvolta anche la moglie

ROMA, 12 Marzo – Ha prelevato senza farsi problemi più di 20 milioni di euro dalle casse del partito della Margherita e secondo i magistrati romani c’è il rischio che ne abbia occultati 25. Luigi Lusi, ex tesoriere della Margherita, è sotto inchiesta. Un’inchiesta che man mano svela il coinvolgimento anche dei parenti di Lusi, dalla moglie al cognato alla nipote. La scoperta è stata la sparizione di 1,4 milioni di euro in totale nell’arco di 4 anni, finiti dalle tasche del partito direttamente a quelle dell’ex tesoriere. “Le indicazioni sono verbali, di scritto non c’è nulla”, si difende Lusi col vicedirettore di “Libero”, Franco Bechis. E giustifica il silenzio stampa con la paura che ogni informazione possa essere usata contro di lui.

Ma i fatti ci sono e parlano chiaro: secondo il dossier commissionato dal Pd alla società di consulenza Kpmg le spese del partito tra il 2007 e il 2011 sono state decisamente eccessive. Alberghi, ristoranti, aerei, taxi. Tutto è registrato da scontrini e ricevute fiscali. Durante l’anno scorso risultano ammontare a 218mila e 250 euro le spese dell’ex tesoriere: una settimana alle Bahamas, weekend al Montenegro, un annullamento di vacanza con penale da 9mila euro. E non è finita, ci sono stati anche un pranzo da 1500 euro nell’aquilano e un piatto di spaghetti al caviale da 180 euro al Pantheon.

L’ex tesoriere della Margherita si difende dicendo che in realtà tutti quei soldi sono serviti a finanziare congressi, fondazioni e campagne elettorali.

Ornella Spagnulo

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.