La protesta dei Forconi in Sicilia: il leader Ferro “Occuperemo il palazzo dell’Ars”

Home»Italia»Cronaca»La protesta dei Forconi in Sicilia: il leader Ferro “Occuperemo il palazzo dell’Ars”

PALERMO, 7 Marzo – I Forconi non cessano di farsi sentire. Il 5 marzo, in centinaia, sono nuovamente scesi in strada a Palermo in Piazza della Pace, di fronte la sede della Serit, l’Associazione che si occupa di riscossione, accusata per di più di essere stata una delle cause della strozzatura delle impresa.

E’ davanti all’Associazione ha preso vita il presidio a cui hanno partecipato anche dei No Tav, con l’obiettivo di “assalire” i palazzi della politica, visto l’assordante silenzio in risposta alle loro richieste. Il palazzo dell’Ars, Assemblea regionale siciliana, è quello maggiormente nel mirino dei Forconi, assediato da agricoltori capeggianti un corteo che ha paralizzato le strade del centro, intonando cori e sventolando bandiere e slogan.

Mariano Ferro, leader del movimento, ha ferme convinzioni e posizioni sulla protesta in atto, rinnovando continuamente le iniziative bellicose: “Stringeremo d’assedio il palazzo dell’Ars, pronti ad occuparlo e a sollecitare politici che non fanno il loro dovere contro la crisi e per lo sviluppo”. L’unione fa la forza dei Forconi e dei No Tav che nei pressi del palazzo della Serit, sono entrati in possesso delle cartelle esattoriali e le hanno bruciate, fomentando una protesta contro lo strozzinaggio che agenzie come quella di riscossione, elaborano a danno di un’intera popolazione colpita dalla crisi.

All’ingresso del Palazzo dei Normanni (sede Ars), si è creato qualche momento di tensione tra i manifestanti, che non ha messo fine al corteo formatosi in seguito davanti all’Ars, formando un presidio. Il leader del movimento insieme ad alcuni militanti, ha trascorso la notte all’interno del Palazzo dei Normanni. Ieri mattina è stata convocata una nuova riunione che ha visto partecipare gli assessori Pier Carmelo Russo, Gaetano Armao e Benedetta Grazia Cannata, presidente della Serit Sicilia.

Valeria Racano

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.