Camionista muore nel livornese: il corpo sbranato dai cani randagi

Home»Italia»Cronaca»Camionista muore nel livornese: il corpo sbranato dai cani randagi

LIVORNO, 28 Febbraio – Aveva 50 anni il camionista originario della Sicilia, sbranato questa mattina intorno alle 10:45, da un branco di cani randagi che girovagavano liberi nella zona. L’uomo, secondo la ricostruzione fatta dai carabinieri, è stato aggredito dai cani mentre stava agganciando un rimorchio alla motrice. Il tentativo di scappare è stato vano: il suo corpo è stato ritrovato vicino ad una recinzione, completamente divorato dai cani, in particolare alle gambe, più scarne rispetto al resto del corpo.

Il corpo della vittima, G.G., è stato ritrovato nel piazzale della ditta di autotrasporti in località Biscottino, da una donna che si occupava delle pulizia dell’ azienda in cui lavorava l’uomo. Il posto è stato setacciato dal Nucleo investigativo dei Carabinieri di Livorno, insieme al medico legale e il pm di turno Gianfranco Petralia, che ancora stanno indagando sullo sgradevole episodio costato la vita al camionista toscano. Il piazzale dell’azienda era invaso dai resti dei vestiti dell’uomo e dalle tracce di sangue sparse ovunque. La zona in cui è stato aggredito a morte il cinquantenne, è a quanto pare habitat di ben novi cani randagi di grossa taglia, sfamati da una signora che vive in una roulotte, che verrà sottoposta ad un interrogatorio dai carabinieri della zona.

Sono ancora da chiarire le cause del decesso dell’uomo: non si sa precisamente se l’uomo sia morto colto da un malore e successivamente sbranato dai cani, oppure non abbia retto alle profonde ferite provocategli dall’attacco feroce degli animali. Si aspettano i risultati dell’autopsia disposta dalla Procura.

Valeria Racano

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.