Manfredonia: baby gang si ispirava ai film per commettere le rapine

Home»Italia»Cronaca»Manfredonia: baby gang si ispirava ai film per commettere le rapine

FOGGIA, 26 FebbraioUna baby gang di cinque ragazzi, quattro dei quali tra i 15 e 16 anni, amanti dei film come “Il Capo dei Capi”, la “Banda della Uno Bianca” e “Vallanzasca” è stata scoperta dai carabinieri di Manfredonia. Due di loro sono stati arrestati (sono stati mandati in una comunità) e gli altri sono stati denunciati. Sono accusati di rapina a mano armata. Secondo la tesi dell’accusa i cinque, il 10 febbraio scorso avrebbero rapinato una farmacia del centro sipontino.

I ragazzi, di cui uno armato di pistola e uno di un coltello, sono entrati nell’esercizio commerciale e dopo aver minacciato il titolare si sono fatti consegnare quanto contenuto nel registratore di cassa: circa 300 euro. La banda è stata riconosciuta grazie ai filmati del servizio di videosorveglianza della farmacia rapinata. I cinque indagati, provenienti da famiglie senza problemi anche dal punto di vista economico, si incontravano in un box utilizzato come covo per stabilire i ruoli e indossare gli abiti per mettere a segno la rapina. All’interno del box i carabinieri hanno trovato anche un televisore, un videoregistratore e alcune cassette di film preferiti dagli indagati tra cui «Il Capo dei Capi», «La banda della uno bianca» e «Vallanzasca». Gli inquirenti stanno ancora esaminando i filmati per verificare se la baby gang è la stessa che nelle ultime settimane ha messo a segno rapine a farmacie e supermercati con lo stesso modus operandi.

Costanza Ferruzzi

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.