Pregiudicato trovato morto nel foggiano. Aveva due banconote in bocca

Home»Italia»Cronaca»Pregiudicato trovato morto nel foggiano. Aveva due banconote in bocca

FOGGIA, 17 Febbraio – Questa mattina, a Rignano Scalo, in provincia di Foggia, è stato ritrovato il corpo di un uomo il cui volto era completamente tumefatto. Il corpo è stato scoperto da un agricoltore in un campo limitrofo alla strada che collega il paese allo zuccherificio di Foggia. La vittima era un pregiudicato di 43 anni originario di San Severo, Antonio Fatone, di cui si erano perse le tracce il 15 febbraio scorso. A denunciarne la scomparsa era stata la moglie.

Fatone era già noto alle Forze dell’Ordine in quanto nel 2002 era stato arrestato perché trovato in possesso di alcune armi, tra cui un bazooka. Il corpo presentava vistose lesioni al viso, evidenti lividi e un profondo trauma cranico. I Carabinieri hanno quindi ipotizzato che la vittima sia stata selvaggiamente picchiata prima di venire uccisa attraverso una serie di violenti colpi inferti da alcuni blocchetti di cemento, uno dei quali rinvenuto vicino il cadavere.

Il particolare più inquietante della vicenda si è mostrato quando i Carabinieri hanno rinvenuto, nella bocca della vittima, due banconote da 20 euro ripiegate. Immediatamente si è pensato all’omicidio e il Nucleo Investigativo del Comando Provinciale, insieme agli uomini della Compagnia di San Severo, hanno ipotizzato un omicidio di vendetta seguito o ad una sottrazione di denaro da parte della vittima o all’aver rivelato particolari o fatti che dovevano restare segreti. Al momento le indagini seguono questa pista e i Carabinieri continuano il loro lavoro investigativo.

Augusto D’Amante

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.