Renato Vallanzasca di nuovo in semilibertà

Home»Italia»Cronaca»Renato Vallanzasca di nuovo in semilibertà

MILANO, 6 Febbraio – Il protagonista della criminalità organizzata degli anni 70, ex boss della Comasina Renato Vallanzasca, torna in semilibertà dopo la revoca ricevuta nei mesi passati per alcune intemperanze.

Vallanzasca, 62 anni, è condannato a 4 ergastoli e condanne per 260 anni di carcere, dal 4 Febbraio, con concessione del giudice, l’uomo ha ottenuto il permesso di lavorare all’esterno del carcere, presso una ditta informatica, la Neco srl in via Roma 1 a Nerviano, nell’hinterland milanese. Gli sarà possibile uscire dal carcere di Bollate dalle 7:30 fino alle 21:30, il sabato può rientrare alle 24 mentre la domenica e festivi dovrà restare a Bollate.

Per tornare nel penitenziario dovrà seguire un percorso specifico e controllato come prevede il regolamento giudiziario. Infatti è con la violazione di questo che l’ultima volta gli era stata sospesa la semilibertà. Il soprintendente regionale alle carceri lombarde, Luigi Pagano, ha espresso la sua piena fiducia in Vallanzasca, considerando il lavoro svolto in questi anni nel carcere come grafico informatico, e ritenendolo un bandito ben diverso rispetto ai tempi delle sue evasioni dai carceri di San Vittore, Novara e Asinara.

Stefano Roselli

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.