L’Italia trema nuovamente: il terremoto spaventa il Nord

Home»Italia»Cronaca»L’Italia trema nuovamente: il terremoto spaventa il Nord

ROMA, 26 Gennaio – Paura ieri per una scossa sismica di magnitudo 4,9 con epicentro in alcuni comuni emiliani, che ha fatto tremare tutto il nord Italia. La protezione civile e i vigili del fuoco hanno subito rassicurato la popolazione: “non risultano danni a persone o cose”.

A partire dall’una di notte di ieri, uno sciame sismico si è abbattuto sulle regioni del Nord, tornando a far tremare l’Italia dopo il terribile terremoto che ha distrutto l’Abruzzo. La prima scossa di magnitudo 4,2 è stata registrata a Verona alle ore 00,54 tra i comuni di Negrar, Marano di Valpolicella, Grezzano e San Pietro in Cariano, seguita poi da una seconda più forte, alle 9,06, di magnitudo 4,9 con epicentro tra i comuni emiliani di Castelnovo di Sotto, Brescello e Poviglio. Nel pomeriggio e in serata l’area è stata nuovamente colpita da una serie di scosse più lievi. L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha spiegato che i due sismi di maggiore rilevanza sono due fenomeni distinti, appartenenti cioè a due zone sismogenetiche e due faglie diverse. In particolare, quella di Reggio Emilia è avvenuta ad una profondità di30 Km, interessando per questo un’ area di risentimento maggiore rispetto alla scossa in provincia di Verona. Lo stesso Istituto ha poi aggiunto che, dopo terremoti di questo tipo, se ne potrebbero registrare altri, ma senza possibilità di formulare previsioni.

Il sisma è stato comunque avvertito distintamente in tutto il Nord, in particolare a Milano, Genova, Torino, Verona e Pavia, comportando l’evacuazione di alcune scuole e uffici e la tempestiva mobilitazione della Protezione civile e dei Vigili del fuoco. Il  responsabile della Protezione civile dell’Emilia-Romagna, Demetrio Egidi, ha subito rassicurato la popolazione spaventata, dichiarando che “i feriti segnalati, per fortuna limitati, sono dovuti a panico, quindi sono situazioni indirette”; mentre il portavoce dei Vigili del fuoco, Luca Cari, ha riferito che “al momento la situazione è tranquilla anche se c’è molta confusione, perché la gente è impaurita”, non risultando danni a persone o cose.

Chiara Cavaterra

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.