Facevano prostituire una 13enne: in manette il “fidanzato” e un trans italiano

Home»Italia»Cronaca»Facevano prostituire una 13enne: in manette il “fidanzato” e un trans italiano

MILANO, 25 Gennaio – E’ stata ritrovata in un monolocale di Milano la ragazzina di 13 anni scomparsa lo scorso sabato da Besnate (Varese). A ritrovarla sono stati i carabinieri di Compagnia di Gallarate mentre si prostituiva costretta da quello che sembrava essere il suo fidanzato, un romeno 25enne conosciuto in chat, e da un trans italiano di 65 anni. I due sono finiti in manette.

Sabato pomeriggio la ragazzina non era tornata da scuola e subito i genitori e i carabinieri avevano ipotizzato un allontanamento insieme ad un ragazzo la quale identità era però sconosciuta. Subito sono partite le ricerche in tutta Italia e questa mattina finalmente la 13enne è stata trovata dai carabinieri della Compagnia di Gallarate mentre si prostituiva in un monolocale di Milano.

La giovane aveva conosciuto un ragazzo in chat, un 25enne di origine romena, ed è stato proprio lui, insieme ad un trans italiano di 25 anni a costringerla a prostituirsi. Per fortuna i carabinieri l’hanno trovata cosi che la 13enne sono dovrà più fare cose simili. Per il romeno e il trans è scattato immediatamente l’arresto con l’accusa di sfruttamento alla prostituzione e sottrazione di persona incapace. La vicenda ha sconvolto tutti compreso i carabinieri stessi che al ritrovamento della piccola hanno avuto un solo commento: “E’ una storia estremamente triste”. Credo che tutti noi siamo d’accordo con quest’espressione.

Francesco Cianni

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.