Tragedia nel Salento, settantenne ubriaco uccide il figlio con una coltellata

Home»Italia»Cronaca»Tragedia nel Salento, settantenne ubriaco uccide il figlio con una coltellata

GUAGNANO (LE) 24 Gennaio – Tutto è iniziato come un tranquillo lunedì sera, quando nelle case popolari di Via Carlo Alberto dalla Chiesa a Guagnano nel leccese, Giovanni Caretto, di 32 anni, ha ricevuto una coltellata mortale da parte del padre 71enne. La situazione è degenerata quando Caretto, che si trovava in camera sua, ha udito l’ennesima litigata tra il padre (Enzo Caretto), altamente ubriaco, e la madre disabile di 68 anni, per tranquillizzare la sorella più piccola, è intervenuto per sedare la lite tra i genitori, quando è stato colpito dal padre con una coltellata ad un fianco.

I carabinieri e il 118, accorsi sul posto dopo la chiamata da parte della madre, hanno trovato il 32enne in una pozza di sangue, e per lui non c’è stato nulla da fare, mentre il padre, ex operaio della Fiat Hitachi, in evidente stato di shoc, è stato trasportato all’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, per essere sottoposto ad accertamenti e a cure per il suo stato di salute, e dichiarato in stato di arresto, su disposizione del pm di turno Francesca Maglietta. Il corpo di Giovanni sarà sottoposto al vaglio del medico legale, sul quale sarà effettuata l’autopsia. Il vicinato, ancora incredulo dell’accaduto commenta le frequenti liti provenienti da quell’appartamento, e ricordano la vittima, che lavorava presso la multisala “Medusa” di Surbo, come un ragazzo lavoratore e di sani principi.

Stefano Roselli

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.