Ritirata licenza di volo a Piscicelli dopo atterraggio sulla spiaggia

Home»Italia»Cronaca»Ritirata licenza di volo a Piscicelli dopo atterraggio sulla spiaggia

ROMA, 29 DicembreFrancesco Maria de Vita Piscicelli, dopo l’atterraggio non proprio da manuale effettuato il giorno di santo Stefano sulla spiaggia di Ansedonia, si è visto ritirare la licenza di volo, in via cautelativa, dall’Enac, l’Ente nazionale per l’aviazione civile, che ha avviato degli accertamenti.

L’imprenditore romano, partito da Roma con l’elicottero a bordo del quale viaggiava anche la madre, era diretto all’Argentario, dove possiede una villa. Durante il volo, stando alle sue dichiarazioni, ha dovuto, però, effettuare un atterraggio di emergenza perché soffiavano raffiche di vento troppi forti per continuare a volare. È atterrato sulla spiaggia di Ansedonia e una volta lì è andato a pranzo in un noto ristorante, “Il Cartello”, per aspettare, come lui ha dichiarato, che calasse il vento e riprendere il volo. Sulla spiaggia erano presenti dei turisti che hanno scattato delle foto e chiamato i vigili urbani e i carabinieri di Orbetello.

Piscitelli, già noto alla cronaca giudiziaria per il suo coinvolgimento nell’inchiesta sugli appalti per il G8 e per la telefonata in cui rideva del sisma che aveva colpito l’Aquila, pensando ai possibili guadagni per la ricostruzione,  ha sostenuto che non si è trattata di una sosta programmata e si è difeso dicendo che l’aeroporto di Grosseto ha confermato le condizioni meteo avverse e che ha rispettato le norme internazionali che danno discrezione al comandante in caso di pericolo di fare quello che ritiene opportuno.

Mariella Laurenza  

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.