Prima alla Scala, il Don Giovanni è da applausi

Home»Italia»Prima alla Scala, il Don Giovanni è da applausi

MILANO, 8 DICEMBRE – Grande successo ieri sera a Milano per il Don Giovanni di Mozart, firmato da Robert Carsen con la direzione di Daniel Barenboim.

Per l’apertura della stagione dell’opera della Scala, il pubblico ha applaudito lo spettacolo per oltre undici minuti: Peter Mattei, un Don Giovanni mattatore sulla scena, Barbara Frittoli, indulgente Donna Elvira, il gallese Bryan Terfel, un Leporello da Commedia dell’arte, Anna Netrebko, tormentata Donna Anna e a Giuseppe Filianoti, il suo fidanzato Don Ottavio. Una vera e propria ovazione ha accolto l’orchestra, il suo direttore e l’artefice della “rivoluzionaria regia”.

Ma la Scala di Milano si è trasformata anche nel centro della politica italiana: seduti nel palco reale il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, e il presidente del consiglio, Mario Monti. Era dal 2006 che un premier non assisteva all’inaugurazione della stagione lirica. Per il sovrintendente Stephane Lissner, quella di Monti è stata una presenza “simbolica”, perché “forse da questo luogo può ripartire l’Italia”, come già era avvenuto nel dopoguerra: infatti, la riapertura della Scala dopo i bombardamenti è stata un simbolo dell’Italia che rinasceva.

Non sono mancate le proteste fuori dal teatro, che non hanno comunque provocato nessun incidente. Un uovo ha raggiunto la macchina di Monti, e da una limousine sono scese alcune persone che hanno spiegato uno striscione con la scritta: “Cambia l’orchestra ma la musica è la stessa. I nostri sacrifici mantengono i vostri lussi”.

Il ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri si è detta tranquilla: ”Il momento è difficile ma penso che il Paese stia reagendo bene”, aggiungendo che una delle parole chiave è sobrietà, poiché “E’ un elemento importante in tante cose. E’ un momento per il Paese in cui dobbiamo essere tutti sobri, rispettosi e attenti”.

Sabrina Brandone

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.