Omicidio a Marano: la tragedia di Anna Bevilacqua tradita da una parente

Home»Italia»Cronaca»Omicidio a Marano: la tragedia di Anna Bevilacqua tradita da una parente

ROMA, 7 Novembre – Una questione di soldi. La richiesta di un prestito, rifiutato, che si è trasformato in una vera e propria tragedia. Se Anna Bevilacqua, la vittima di 67 anni, avesse saputo che la sua vita sarebbe finita per questo motivo non avrebbe detto “no” alle richieste di aiuto della sua parente, una ragazza di 22 anni.

 

Siamo a Marano, in II Vico Speranza. La vittima dopo essersi rifiutata della richiesta di prestito da parte delle 22enne è stata aggredita. La ragazza ha colpito la 67enne alla gola e alle gambe con un coltello e poi si è dileguata. A chiamare i soccorsi del 118 è stato un vicino di casa. Sul posto oltre all’ambulanza sono intervenuti anche i Carabinieri della tenenza di Marano, della compagnia di Giuliano e la scientifica di Castello di Cisterna. La vittima è stata ritrovata priva di vita in un lago di sangue.

 

Le forze dell’ordine si sono subito attivate per rintracciare l’assassino. La responsabile è stata arrestata dopo qualche ora ed avrebbe subito confessato il delitto.

 

Redazione 

 

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.