Padova, acqua nelle vene di 4 pazienti per uno scambio di flaconi

Home»Italia»Cronaca»Padova, acqua nelle vene di 4 pazienti per uno scambio di flaconi

PADOVA, 27 Novembre – Mercoledì scorso nell’ambulatorio integrato di endocrinologia di Padova, un uomo e 3 donne hanno subito un’infusione di acqua distillata invece della soluzione fisiologica per un errore del personale medico che ha scambiato le boccette. I pazienti stanno bene e hanno ricevuto immediatamente le scuse del direttore Sanitario.

“Siamo molto dispiaciuti per quanto accaduto. Abbiamo avviato le procedure interne per capire come siano andate le cose ma soprattutto per monitorare i pazienti” ha affermato il direttore sanitario Gianpietro Rupolo appena venuto a conoscenza di questo errore nell’ambulatorio di endocrinologia dell’ospedale.

Quando il personale si è accorto dello scambio di flaconi ha richiamato immediatamente i 4 pazienti: 2 erano ancora in reparto mentre altri 2 sono stati chiamati a casa. Fortunatamente il flacone contenente acqua distillata non ha causato danni a nessuno di loro ma in pazienti particolarmente debilitati poteva iniziare un processo di diluizione del sangue, con rottura dei globuli rossi con conseguente emorragia.

2 donne continueranno nei prossimi giorni ad essere ricoverate per essere tenute sotto controllo; una terza donna è già stata dimessa mentre l’uomo non voleva nemmeno essere visitato visto che stava bene ma verrà monitorato lo stesso nei prossimi giorni per non incorrere in spiacevoli sorprese.

“Spesso le boccette sono simili” conclude Rupolo ma a nostro avviso dovrebbero fare qualcosa per differenziarle. Questa volta è andata bene ma poteva finire diversamente, e causare un’emorragia ad un paziente per una boccetta “simile” potrebbe portare gravi conseguenze.

Francesco Cianni

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.