Moglie-sicaria assolda killer: voleva uccidere il marito

Home»Italia»Cronaca»Moglie-sicaria assolda killer: voleva uccidere il marito

ROMA 27 NOVEMBRE – Voleva ucciderlo, ma per farlo aveva assoldato un killer. E’ accaduto a Crema, dove una moglie, spossata dalle contrattazioni economiche post divorzio  ha deciso di far uccidere l’ex marito assoldando un killer professionista.

Ma quella che doveva essere la scena del delitto si è trasformata in una mega-trappola messa in scena dagli agenti del commissariato di Crema per cogliere in flagrante la moglie assassina. Quest’ultima, giorni prima aveva raccontato le sue intenzioni ad una amica che aveva subito avvisato il malcapitato marito.

Denunciato il fatto al commissariato di Crema, gli agenti hanno messo in piedi la “vendetta” e dato il  alla messa in scena. Sotto copertura un finto “killer” ha preso accordi con la signora intenzionata a pagare 5 mila euro per l’eliminazione fisica del marito. Doveva essere una “rapina finita male” il piano messo in atto dalla moglie-sicario ma gli agenti di Crema, che avevano seguito tutta la trattativa sviluppatasi nel corso di più incontri, tutti filmati, al momento dello scambio dei soldi (2 mila euro di acconto) sono intervenuti simulando un finto arresto del killer-figurante. In commissariato la donna spietata ha confessato il tutto.

Condanna per la moglie-sicario? Aspettative deluse, difatti non esistendo un vero killer, purtroppo  non esiste un vero reato.

Romina Delmonte

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.