Bergamo: esplode caldaia, morto Rosario Spampinato

Home»Italia»Cronaca»Bergamo: esplode caldaia, morto Rosario Spampinato

LALLIO, 26 NOVEMBRE – Un’esplosione terribile, questo è quello che è avvenuto a Lallio in provincia di Bergamo, nella Cartiera Ca-Ma. Una tragedia avvenuta nell’arco di pochi istanti. L’esplosione è partita da una caldaia scoppiata per la forte pressione, di acciaio e spessa 2,5 cm, è stata lanciata ad una distanza di 150 metri e ritrovata all’esterno nel cortile. Rosario Spampinato, operaio dell’azienda, è rimasto vittima dell’incidente. All’interno, lavoravano altri sette operai ancora sotto shock per l’accaduto.

Il boato è stato talmente potente da essere udito non solo dagli abitanti di Lallio, ma anche da quelli di alcuni paesi vicini. Pezzi di muro, calcinacci, sono stati scaraventati a grande distanza creando danni a vetrine di negozi e finestre di abitazioni. Molti, scesi in strada, avevano avuto il timore che fosse addirittura scoppiata una bomba. Danni ingenti anche per le auto parcheggiate in strada.  Sul posto sono prontamente intervenuti i carabinieri, 118 e vigili del fuoco, facendo anche in modo di recintare la zona, dichiarandola off-limits. Al momento la Procura di Bergamo ha fatto sapere che aprirà un fascicolo sulla vicenda, per accertare le cause di tanto disastro.

Numerosi invece i messaggi di cordoglio alla famiglia della vittima, che dedicava il suo tempo libero come volontario soccorritore sulle ambulanze della Croce Bianca di Boltiere. Spampinato, che lascia moglie e due figli, avrà i suoi funerali probabilmente nella giornata di lunedì 28 novembre.

La redazione di RomaTg24.it si unisce al cordoglio per la vittima e per la sua famiglia.

Sabrina Spagnoli

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.