Storia e architettura italiana dal Novecento a oggi: Modelli/Models

Home»Eventi»Storia e architettura italiana dal Novecento a oggi: Modelli/Models

ROMA, 18 LUGLIO – Avrà inizio domani 19 luglio “Modelli/Models” presso il MAXXI di Roma. La mostra, a cura di Maristella Casciato e Esmeralda Valente, si propone di scoprire le collezioni e le nuove acquisizioni del museo e di approfondire con video e interviste la conoscenza dei protagonisti e delle opere più importanti della storia e dell’architettura italiana dal Novecento ad oggi. In esposizione 80 modelli, provenienti dalle collezioni del MAXXI Architettura, di oltre 60 autori

Tra i progetti esposti ci saranno alcune recenti acquisizioni: i due modelli del palazzo dei Congressi di Roma progettato da Massimiliano Fuksas, il modello di Corviale dell’architetto Mario Fiorentino, i modelli per il Cimitero di Parabita a Lecce e le residenze di Testaccio a Roma, donati da Alessandro Anselmi, l’ordine dei Medici di Roma e la chiesa del Sacro Volto a Roma di Piero Sartogo, il modello della Città compatta di Franco Purini e il modello della Valle dei Templi del gruppo Labirinto.

Saranno esposti anche i modelli dall’archivio Aldo Rossi del MAXXI, tra i quali il progetto per il Deutsche Historische Museum di Berlino e il monumento alla Resistenza di Segrate, oltre a tutti i modelli dell’archivio di Vittorio De Feo. Non mancheranno, poi, alcuni progetti che faranno la loro prima apparizione in pubblico: il modello per il grattacielo Peugeot a Buenos Aires, il Teatro di Cagliari e il padiglione di Osaka progettati da Maurizio Sacripanti.

Infine, ci sarà una sezione specifica della mostra nella quale verrà affrontato il tema del modello virtuale con la presentazione di 11 modelli digitali dei capolavori di Pier Luigi Nervi, realizzati grazie alla collaborazione tra il Centro Archivi del MAXXI Architettura e il Dipartimento di Ingegneria Strutturale e Geotecnica dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.

Rita Russo

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.