Caso Marò: la Corte Suprema di New Dheli ammette il ricorso italiano

Home»Esteri»Caso Marò: la Corte Suprema di New Dheli ammette il ricorso italiano

NEW DHELI, 23 Aprile – La Corte Suprema di New Delhi ha deciso di ammettere il ricorso presentato dall’Italia in merito all’incostituzionalità della detenzione di Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. A proposito dell’illegittimità dell’arresto dei due militari, le argomentazioni presentate dal legale Harish Salve sono basate sul fatto che la reclusione da parte della polizia del Kerala viola il principio dell’immunità sovrana e gli articoli 14 e 21 della Costituzione indiana, per cui l’incidente  avvenuto in acque internazionali è dunque sotto la giurisdizione italiana. Per questo è stata avanzata la richiesta che i due marò siano consegnati alle autorità di Roma. La prossima udienza è stata fissata per il prossimo 8 maggio.

I due marò, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, che ricordiamo sono stati arrestati con l’accusa di aver ucciso due pescatori lo scorso 15 febbraio dopo averli scambiati per pirati, sono finiti sulla stampa indiana per un clamoroso atto di eroismo.

The New Sunday Express titola in prima pagina “Massimiliano Latorre, un eroe!” e riporta il gesto clamoroso del marò tarantino che sabato mattina ha salvato la vita a un reporter. Usciva dal carcere di Trivandum insieme a Salvatore Girone per recarsi al colloquio giornaliero con i familiari,  quando nella ressa che si era creata per riprenderli, un fotoreporter dell’Ap con una maglietta gialla era inciampato cadendo a terra proprio mentre un’automobile, alle sue spalle, stava facendo retromarcia. Latorre – come si vede in una fotografia che immortala l’attimo – si è lanciato verso la vettura, bloccandola con le mani. Il fotografo, Aijaz Rahi, di 39 anni, attraverso i familiari ha ringraziato Latorre per il gesto: “Il suo intervento è stato provvidenziale a evitare che io subissi danni dal veicolo in retromarcia, e mi ha subito aiutato a rialzarmi. Gli sono molto grato”.

Marzia Fanciulli

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.