Elezioni in Francia: oggi il primo turno per le presidenziali

Home»Esteri»Elezioni in Francia: oggi il primo turno per le presidenziali

PARIGI, 22 Aprile – Oltre 44 milioni di francesi sono chiamati oggi al voto per scegliere il prossimo Presidente della Repubblica. I seggi si sono aperti alle 8:00 e si chiuderanno alle 20:00 di questa sera. Anche se per conoscere il risultato finale del duello tra il presidente uscente Nicolas Sarkozy e lo sfidante socialista Francois Hollande bisognerà certamente attendere il secondo turno tra due settimane, è alta l’attesa per conoscere il quadro che uscirà dalle urne. Secondo i sondaggi Hollande dovrebbe attestarsi al 28% contro il 26% di Sarkozy, che però è dato per spacciato al secondo turno. L’incertezza è soprattutto per chi conquisterà il terzo posto tra la leader del Fronte nazionale Marine Le Pen e il candidato della sinistra Jean-Luc Melanchon. Tagliato fuori da questa corsa sembra invece il centrista Francois Bayrou. C’è incertezza anche sul tasso di astensione che in base ai sondaggi potrebbe variare dal 17 al 25%.

Hollande prevede il raggiungimento dell’obiettivo del 3% del rapporto deficit-pil nel 2013 e il ritorno all’equilibrio nel 2017, un anno più tardi rispetto alle previsioni del programma di Sarkozy. Sulle banche, vuole la separazione delle attività di deposito da quelle speculative, l’aumento della tassazione dei loro utili, l’abolizione dei prodotti finanziari “tossici” e delle stock-option, la regolazione dei bonus, oltre alla Tobin tax. L’uscita dalla crisi dovrebbe arrivare, per l’uomo della gauche, oltre che dagli stimoli alla crescita, da un’imposizione fiscale sulle fasce di reddito più alte che non ha precedenti in Francia: il 45% al di sopra di 150.000 euro, il 75% al di sopra del milione.

Sarkozy circondato da un clima di chiara sfiducia anche nel suo staff, ci crede ancora e vuole andare fino in fondo. Sta preparando nei minimi particolari le prossime due settimane, quelle del duello per il ballottaggio con Hollande. Spera nel duello tv, previsto per il 2 maggio, e in una grande manifestazione a Parigi, forse a Champ-de-Mars, per colmare quei 10 punti di distacco al secondo turno ai quali lo inchiodano i sondaggi. Gli analisti dicono che per sperare, Sarkozy deve arrivare in testa al primo turno. Se arriva secondo, Hollande ha già vinto.

Valentina Ferrari

 

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.